GLOSSARIO

Pagina dove sono raccolti in ordine alfabetico tutti gli articoli ed i termini del sito

A

Achille

ἀββᾷ Ἀχιλᾷ. Padre del deserto, monaco Secondo un detto conservato solamente nella lingua armena, il padre Teodoro di Ferme disse del padre Achille che visse come un leone a Scete. Lo stesso  padre Achille diceva: "Vivi come una bestia selvatica,…

Aghion Oros

gr. Aγιov Opoç"Santo Monte". E' il modo greco più usato per indicare la penisola monastica dell'Athos. S. Atanasio l’Athonita, con l’appoggio dell’Imperatore Niceforo Focas di cui era padre spirituale, fondò il primo monastero sull’Athos, la Grande Lavra, all’estremo sud della…

Ammonas

Padre del Deserto, Monaco e Vescovo. Abba Ammonas fu un discepolo di Antonio il Grande e suo successore sul monte Pispir. Molto probabilmente proveniva da Scete come nel suo detto n.3:  Abba Ammonas disse: “Ho trascorso quattordici anni a Scete chiedendo…

Antidoron

in greco Ἀντίδωρον"Al posto del dono". Durante la celebrazione eucaristica solo una minima parte del pane preparato vieneconsacrata, il resto è semplicemente benedetto e distribuito poi ai presenti alla fine della Liturgia.Viene pure inviato come segno di comunione con quanti,…

Aposticha

L'Aposticha è una parte dei Vespri o dell'Orthros composta da inni liturgici (tropari) cantati nell'ultima parte del Vespro o dell'Orthros, intercalati con versi o brevi salmi. Gli inni provengono da vari libri dei servizi, vale a dire Oktoichos, Minei, Pentecostarion e…
C

Cilicio

Anticamente era un tessuto di peli di capra o di cammello, in uso anche fra i soldati dell’esercito romano. Nel mondo greco-romano tali stoffe, utilizzate per tende, vele, sacchi, vesti grossolane, ecc., presero il nome di “cilici”, termine che proviene dal greco κιλίκιον (kilíkion), ovvero…
D

Digiuno

"Come apprendiamo dai Santi Padri della Chiesa e dall'esperienza, il digiuno e la preghiera sono le due ali che aiutano il cristiano ad ascendere al Cielo; cioè lo aiutano a rinunciare a tutto ciò che è peccaminoso e a stabilirsi nel…

Dikaios

(gr. Δικαίος) Nelle Skiti non esiste la figura dell'Igumeno come nei grandi monasteri ma quella del Dikaios che è un responsabile eletto pro tempore dagli altri asceti. Si occupa di varie cose tra le quali la cura della Chiesa centrale…
E

Eremo (Eremita)

L'eremita (gr. ἐρημίτης, der. di ἔρημος: v. eremo) è colui che si ritira nella solitudine in un luogo isolato (eremo) per consacrarsi a Dio dedicandosi alla meditazione o alla preghiera, senza essere astretti ad alcuna regola religiosa particolare. Nel mondo ortodosso i monasteri si dividono in: - eremi: da…
G

Giovanni Nano (Colobos)

Padre del Deserto. Abba Giovanni Colobos, anche noto nel mondo latino come “Giovanni Nano” a causa della sua bassa statura. Fu monaco del deserto di grande umiltà e mitezza tanto che uno dei padri disse di lui: «Ma chi è…
M

Monastero

È una residenza religiosa stabile per i monaci e le monache, dove si vive secondo un canone regolare e approvato. La parola, come indica la sua etimologia, significò dapprima l'abitazione dei singoli "monaci" ( cfr. eremo ), poi passò a…
N

Nitro

Il nitro, o carbonato di sodio, era un'importanti risorsa minerale dei laghi d'Egitto ed era impiegato nella produzione di sapone, vetro, medicine, sale. vedi Padri del Deserto

Nous

Nous: νοῦς: è la suprema facoltà umana e organo della contemplazione; è quella parte dello spirito umano che - contrariamente alla ragione - non procede in modo discorsivo, ma percepisce intuitivamente e sinteticamente la verità divina, nell’illuminazione della grazia. Tramite l’intelletto, attraverso gradi…
P

Prosphora

Un prosphoron ( greco : πρόσφορον , offerta ) è una piccola pagnotta di pane lievitato usata nelle liturgie cristiane ortodosse. La forma plurale è prosphora ( greco: πρόσφορα ). Il termine originariamente indicava qualsiasi offerta fatta a un tempio, ma nel cristianesimo ortodosso è venuto a significare specificamente il pane offerto durante la Divina Liturgia (Eucaristia).

Psylaké (φυλακή)

Psyloké, φυλακή: carcere ma anche guardia, come atto, il far guardia, specialmente il far la sentinella di notte e quindi custodia. Attività principale del monaco è quella di badare alla custodia della mente (nous), del cuore e dei sensi. vedi…
S

Skiti (Skete)

Uno skiti o skete è costituito da un gruppo di eremiti che seguno una regola monastica che permette loro di poter meditare in solitudine, sono tuttavia supportati da un'organizzazione che provvede ai loro bisogni materiali e spirituali. Il nome deriva dal termine greco utilizzato per indicare gli asceti. Uno skita…
T

Trinità

SANTISSIMA TRINITA' Dunque, quando guardiamo alla divinità e alla prima causa, all’unica sovranità, all’unico e medesimo, per così dire, movimento e volere della divinità, e all’identicità dell’essenza, della potenza e dell’operazione, allora ciò che ci viene in mente è unico.…

Typikón

La parola Typikón ha il significato di “seguire l’ordine”. Per i servizi liturgici esiste un Typikón che è l'ordine stabilito per la loro celebrazione. Esiste un Typikón per un monastero che è l'ordine seguito nella routine quotidiana e annuale di coloro che vi…
image_pdfimage_print